ENCIKLOPEDIJA NAIVNE UMETNOSTI SVETA

ENCIKLOPEDIJA NAIVNE UMETNOSTI SVETA
anno di pubblicazione 1984



Casa editrice
JUGOSLOVENSKA REVIJA
BELGRADO

Autori
OTO BIHALJI -MERIN
NEBOJŠA - BATO TOMAŠEVIĆ


Volume di 375 pagine articolato in schede biografiche dei principali pittori naive mondiali del periodo con foto a colori e in B/N.


Monografia di RABUZIN



di VLADIMIR MALEKOVIC
casa editrice ISTITUTO GEOGRAFICO DE AGOSTINI - NOVARA
(anno di pubblicazione 1976)
 
Volume di 160 pagine con immagini a colori e in B/N
Testo in italiano


IVAN REP


è nato l'11 gennaio 1962 a Podravske, un paese vicino a Zagabria, dove ha frequntato la scuola elementare. Ha fatto la scuola di ingegneria civile a Lubiana dove ha iniziato a trattare seriamente con la pittura. I suoi hobby sono la musica e il canto Ha cominciato a dipingere nel 1981, con la tecnica dell'olio su tela e vetro. Egli utilizza anche le tecniche di pastelli, acquerelli e disegni a china. Motivi rustici e lirica sono caratteristici del lavoro di Rep Ivan, come anche quelli in cui la dura vita e i tempi della campagna sono rappresentati nei suoi dipinti. In occasione del decimo anniversario dell'inizio del suo lavoro di pittore, Rep Ivan può certamente dire che egli non solo ha successo dove spiccano molti modelli di seduzione, ma anche che non è stato perso di vista negli anni dai critici naive. Ha fatto la sua reputazione come poeta lirico della sua nativa Podravina, la sua pianura, i suoi villaggi, le sue acque e nevi bianche, le gioie e le sofferenze del popolo. Canta dolcemente e malinconicamente, con passione sommessa e la devozione di chi ha amore.
Riferimenti  http://www.akademija-art.hr/


was born on January 11, 1962 at Podravska, a town near Zagreb, where he frequntato primary school. He made the School of Civil Engineering in Ljubljana, where he began to deal seriously with painting. Her hobbies are music and singing He started painting in 1981, with the technique of oil on canvas and glass. He uses the techniques of pastels, watercolors and ink drawings. Lyric and rustic motifs are characteristic of the work of Ivan Rep, as well as those in which the hard life and times of the year are reflected in his paintings. On the tenth anniversary of the beginning of his work as a painter, Ivan Rep can certainly say that he has not only succeeded where many outstanding models of seduction, but that has not been lost sight of over the years by critics naive. He made his reputation as a lyric poet of his native Podravina, its plains, its villages, its waters and snow white, the joys and sufferings of the people. Sing softly and sadly, with subdued passion and devotion of those who love.
References  http://www.akademija-art.hr/








TIHOMIR IVANČAN


è nato nel 1980 a Fiume. Fin dalla prima infanziavisitando la Podravina si innamora della pianura, del fiume Drava e dell'arte naif. La prima formazione nella pittura su vetro la acquista da Stjepan Pongrac pittore naif. Con la consulenza occasionale di altri artisti, come i grandi Kovacic e Vecenaj. Membro dell'Associazione dei pittori e scultori naif di Hlebine. 

was born in 1980 in Rijeka. From early childhood, visiting Podravina falls in love with the plain, the river Drava and naive art. The first training in painting on glass to the purchase by Stjepan Pongrac, naive painter. With the occasional advice of other artists, such as large Kovacic and Vecenaj. Member of the painters and sculptors Hlebine naive.

















Mirko Zovko


è nato nel 1956 a Bjelovar, dove ha finito la scuola primaria e la scuola superiore. Già il primo incontro con i dipinti naif e i pittori di Hlebine e il gruppo di Molve, fu emozionante e coinvolgente. Dopo lo studio nel tempo libero ha iniziato a dipingere a olio su vetro. Queste sono le immagini malinconiche dell'infanzia, piccoli borghi romantici con colori caldi e pieni di gioia. Esso comprende il circolo artistico, dove si osserva il famoso pittore naif Milan Horvat Hlebinski di Hlebine, che diventa il suo mentore, che gli insegna i segreti dell'arte naif. I dipinti sono ricchi di azione, pieni di dettagli con motivi vintage," Messa di mezzanotte", paesaggi invernali, piccoli villaggi. Ha partecipato a numerose mostre personali e di gruppo in patria e all'esteroLavora con eccellenti pittori e apre la sua galleria a Zagabria, dove lavora attualmente. 

was born in 1956 in Bjelovar, where he finished primary school and high school. The very first encounter with naive paintings and painters Hlebine and the group of Molve, was exciting and engaging. After studying in his spare time he began painting in oil on glass. These are the images of childhood melancholy, romantic villages with warm colors and full of joy. It includes the artistic circle, where we observe the famous naive painter Hlebinski Hlebine Milan Horvat, who becomes his mentor, who taught him the secrets of Naive. The paintings are full of action, full of detail with vintage motifs, "Midnight Mass", winter landscapes, small villages. He has participated in numerous group and solo exhibitions at home and abroad. Work with excellent painters and opened his gallery in Zagreb, where he currently works.













Darja Lobnikar-Lovak

è nata a Lubiana nel 1948. Dipinge intensamente dal 1978; dal 1988 è scultrice. Dal 1980 espone le sue opere in molte mostre nel proprio paese e all'estero. E' membro della Società dei pittori e degli scultori naifs della Croazia a Zagabria e del circolo di arti figurative della Slavonia a Osijek. Dal 1987 è libera artista. Vive e lavora a Zagabria. Nei dipinti di Darja tremolano i fiori che sono il miglior dono della natura e il simbolo di tutto quello che il fiore porta, mostra e nasconde in sè. Perchè ogni fiore ha il suo diritto e il suo rovescio. La pittura di Darja è cominciata proprio con i fiori e subito è nata la sua rosa stupenda, all'improvviso.....

was born in Ljubljana in 1948. He paints intensively since 1978, is a sculptor since 1988. From 1980 he exhibited his works in many exhibitions at home and abroad. And 'member of the Society of painters and sculptors naifs of Croatia in Zagreb and the circle of arts of Slavonia in Osijek. Since 1987 he is free artist. Lives and works in Zagreb. In the paintings of flowers that flicker Darya are the best gift of nature and the symbol of everything that brings the flower shows and hides itself. Because each flower has its right and its opposite. The painting of Darya began precisely with the flowers and just did your beautiful rose, suddenly .....





Stjepan Hajduk


è nato il 26 febbraio del 1943 a Strmac presso Novi Marof nello Hrvatsko Zagorje. Molti pittori naif del circolo di Novi Marof, di cui due (Rabuzin e Klopotan) hanno influenzato una decina di giovani pittori, attingevano lo stimolo e i motivi al paesaggio nativo di Stjepan Hajduk. Si occupa di pittura, in modo attivo già da una ventina d'anni, e nel corso di questi anni esponeva in molte mostre individuali e collettive, "imparava il mestiere" e creava la sua originalità artistica. Cercava coraggiosamente il proprio cammino artistico e dopo i primi anni indecisi in cui immitava i suoi noti modelli ha creato il suo modo di esprimersi, con alcuni elementi caratteristici che diventano i simboli della sua pittura....

was born February 26, 1943 in Novi at Strmac Marof in Zagorje. Many naive painters of the circle of Novi Marof, two of which (and Rabuzin Klopotan) influenced a dozen young painters, drew the stimulus and the reasons for the native landscape of Stjepan Hajduk. He works in painting, so active already for twenty years, and during these years exhibited in many solo and group shows, "learned the craft" and created his artistic originality. Bravely tried their artistic journey and after the first year in which undecided Immita its known models has created its mode of expression, with some characteristic elements that become symbols of his painting ....












Ivan Tomerlin (1920 - 2002)



è nato il 20 ottobre del 1920 a Durdevac, in Podravina. dopo aver finito la scuola elementare, si dedica all'agricoltura. Tra il 1930 ed il 1936 dipinge molte figure rappresentanti santi e diversi animali. Allestisce la sua prima esposizione individuale. Per guadagnare un pò di soldi fa pipe e trottole per bambini. Dopo il servizio militare dipinge di nuovo, soprattutto d'inverno, le pitture sacre che le mogli portano in dote. Nel 1954 comincia a esporre nelle mostre collettive. Diventa membro della Società dei pittori e degli scultori naifs della Croazia. Conosce il professor Grgo Gamulin il quale gli dà consigli molto utili per quanto riguarda la composizione pittorica. Nel 1974 vince in Italia il premio internazionale, dopo di che segue un periodo fruttuoso il quale gli porta molti ammiratori e molti acquirenti. Ha esposto le sue opere in molte città della Croazia e all'estero. Muore il 13 settembre 2002. 



Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll