Intervista con il pittore Pero TOPLJAK Petrina


Autore Branko Novosel
Mercoledì 26 Febbraio 2014

La galleria del centro storico di Đurđevac, in occasione  della "Notte dei musei", ha ospitato il pittore Podravino, Pero TOPLJAK  Petrina. Una conversazione con varie domande sulla vita all'artista, condotta da Edita Janković Hapavel e Zdravko Šabarić. 

Artista di Đurđevač, Pero TOPLJAK, è nato nel 1948, dipinge da più di 40 anni. Se Ivan Lackovic è conosciuto come un artista top nella nostra arte del 20° secolo, Pero TOPLJAK non è da meno. La pittura di TOPLJAK  è fatta di linee chiare, precise e accurate. Petrina ha disegnato i suoi vigneti e i contadini, gli amici, nell'habitat del vigneto con le capanne tradizionali del Bilogora, che ricevono ancora i loro ospiti locali e stranieri, nello scorrere della bellezza delle stagioni. Indipendentemente dal fatto che lavorano o gioiscano, i suoi personaggi sono raccolti in gruppi più o meno grandi, armonicamente visti da una "prospettiva aerea". La sua prima mostra collettiva è stata fatta nel 1966, ad Abazia, e una personale nel 1968 a Đurđevac. Ha pubblicato diverse cartelle di disegni, la prima nel 1972, dipinti monografici.

Oggi la sua pittura è come quella degli inizi e senza ripensamenti, utilizza qualsiasi momento libero....   E anche se non è molto ˝in ˝, Petrina rimane coerente con il tradizionalismo di Hlebine.


Motivazioni e ispirazione non mancheranno mai, per la semplice ragione che egli è partecipe del tema. È vero, preferisce sedersi in macchina, piuttosto che la mattina usare un cavallo, per percorrere un tratto nel Sinokoše al trotto leggero, o nel Mekote o sulle colline del Mali Kostanj. Ci sono ancora riferimenti saldi, la stalla il fienile e l'ampia Podravina. Petrina è un pittore solido, ancora il migliore disegnatore naive dopo Lackovic Croata, bucolico, agricoltore e sportivo, custode di tesori autoctoni, e ora nel nuovo sacro patrimonio culturale, sincero rappresentante. Le pittoresche esperienze infantili, anche se a volte sono difficili per i pittori dell'ambiente della Podravina, sono imposte come un tema ineludibile, e raccolte da Zdravko Šabarić e da Petrina.


Per i risultati conseguiti nella pittura così come contributo alla conservazione dei beni culturali della Podravina, ha ricevuto numerosi riconoscimenti, premi e benemerenze, tra cui un riconoscimento dall'ente per il turismo della contea di Koprivnica-Krizevci(1999) e Targa d'oro San Giorgio della città di Đurđevac nel 2000.


Recentemente è stao scritto nei media, che nel "Naive non è tutto perduto e dimenticato, questo aspetto della nostra arte è solo un po' soffocato, messo in disparte rispetto alle notizie principali. Noi diremmo, che questa moda ha attraversato, e per fortuna, quegli artisti che perseguono la loro strada, e tra quelli ci sono ancora importanti, autori di razza."


Tradotto se&o da Naive Art info


Testo, foto, video di Branko Novosel







Tratto da 

In ricordo per un celebre pittore





Autore Nada Zlatar Lukavski
Martedì 18 Febbraio 2014

A Gola, sabato scorso, più precisamente il 15 febbraio davanti alla casa di Ivan Večenaj, decano dell'arte naif e della letteratura, in occasione del primo anniversario della sua morte è stata scoperta una lapide commemorativa.

La targa commemorativa per Ivan Večenaj, è un'iniziativa in collaborazione con il Comune di Gola, promossa dalla confraternita dei "Fratelli della Drago croato ''. A questo evento hanno partecipato numerosi ospiti, funzionari governativi, membri della confraternita dei " Fratelli della Drago croato '', locali e fan e ammiratori della creatività di Večenaj.

La cerimonia è stata accompagnata da un ricco programma per i numerosi partecipanti. Gli ospiti sono stati accolti dagli interventi del deputato e sindaco di Gola, Stjepan Milinković, da Vjekoslav Prvčić, rappresentante della confraternita dei "Fratelli del Drago croato '', vlč. Ivan Herega, ha dedicato la targa commemorativa. Nell'occasione sono state presentate le opere culturali e artistiche, le canzoni e recitate le opere letterarie di Večenaj, hanno partecipato il gruppo culturale Prekodravski, Petra Večenaj, Sara Premec (la più giovane partecipante) ed altri.

Parole di ringraziamento sono state rivolte ai presenti dal figlio del famoso pittore , Mladen Večenaj.

La festa è proseguita con un ricco banchetto presso la Galleria Ivan Večenaj, preparato da tutta la famiglia Večenaj.

La targa commemorativa sarà un ricordo permanente della creatività del grande pittore e scrittore, un monito per Gola e per tutti noi nella conservazione della cultura del Prekodravlje.

fotografie della manifestazione di Nada Zlatar Lukavski


Tratto da

Targa commemorativa a Ivan Večenaj


La famiglia Vecenaj, la Confraternita dei fratelli del Drago croato , e il comune di  Gola
è lieta di invitarvi a partecipare alla presentazione formale della targa commemorativa del pittore naif, scrittore e collezionista di tesori popolari Ivan Večenaj.

In occasione del suo primo anniversario della morte,il programma formale si terrà Sabato 15/02/2014 a partire dalle 15,30 di fronte alla casa dove visse e lavorò, Ivan Večenaj, a Gola, in via Dravska 40.

Parteciperà al programma:
Dr. Stjepan Milinković
prof. Vjekoslav Prvčić
Petra Večenaj
Sara Premec
Associazione Culturale Prekodravski  di Gola

Con gioia vi aspettiamo a questa solenne inaugurazione della targa commemorativa per Ivan Večenaj!

Famiglia Večenaj

Tratto da

La Notte dei Musei 2014 - Galerija naivne umjetnosti, Hlebine


Inverno negli anni trenta a HIebine

Con la realizzazione del gruppo culturale di Hlebine e la partecipazione di piccoli pittori naive e del gruppo musicale Najstareši di Hlebine.

Il 31.01.2014 si è tenuta presso la Galleria d'Arte di Hlebine la manifestazione "Museo di notte". Evento che ha visto la realizzazione del programma, per i visitatori, grazie al gruppo culturale di Hlebine.

Il tema del programma sono stati gli anni 30 del secolo scorso,e il periodo rappresentato dal gruppo culturale quello invernale nei villaggi, in particolare il "ČEHALEC". Un'usanza molto amata nei villaggi.
Le donne curavano le piume e cantavano, mentre le ragazze ballavano e cherzavano con i ragazzi.
Gli uomini di solito giocavano a carte e provocano le donne, cosa che il più delle volte non era gradita, ma era una conseguenza della compagnia e del molto vino.
Così, il gruppo culturale di Hlebine ha voluto mostrare alcuni di questi costumi e la vita dei nostri nonni.

Con i musicisti, i ballerini, gli attori, i giocatori di carte, le sarte e i bambini, eravamo in 52 elementi. Anche se questo era solo la quarta nostra rappresentazione, abbiamo ottenuto buoni riscontri. 

Non siamo rimasti delusi dal nostro pubblico che non era poco.  

Sono state offerte al pubblico le torte ed i liquori preparati in casa dai membri e dalle loro famiglie che sono un grande supporto nel lavoro del gruppo culturale. 
Grazie a tutti le persone del luogo che ci hanno prestato e donato parte dei loro costumi (vestiti che sono stati indossati dalle loro madri e nonne).
Per noi questo è stato uno stimolo per ulteriori iniziative. 

Grazie a tutti e un arrivederci alla prossima volta. 

Gruppo culturale di HLEBINE. 

Foto di alcuni momenti della manifestazione

Immagini tratte dal sito

La Notte dei Musei 2014 - Galerija Ivan Večenaj, Gola


Venerdì scorso, 31.1.2014 nella Galleria Ivan Večenaj di Gola, si è tenuta la "notte dei musei" in cui a un gran numero di visitatori sono stati presentati, mai prima d'ora, i bozzetti per i dipinti su vetro di Ivan Večenaj.
Un grazie di cuore per il gran numero di visitatori e al gruppo folkloristico Prekodravski, al gruppo di musicisti di Gole che hanno intrattenuto gli ospiti!

A presto per nuove iniziative nella nostra galleria!


Foto di alcuni momenti della manifestazione

Tratto da 

Mostra di Natale a Klostar Podravski


Autore Branko Novosel
Martedì 31 Dicembre 2013

In occasione delle vacanze di Natale e Capodanno i membri dell'Associazione degli artisti di Kloštrar nella loro galleria a Klostar Podravski hanno preparato una tradizionale esposizione di opere dal titolo:
 La gioia della vita 

Venticinque pittori, scultori e fotografi hanno partecipano a questa mostra, che è tematicamente legata all'esperienza dell'inverno e del Natale nell'area della Drava.

Il discorso introduttivo è stato fatto dal presidente dell'associazione, Martina Fuk, mentre la scelta delle opere e l'allestimento dell'esposizione è stato curato dalla signora Maria Bobonj, l'autrice della prefazione del catalogo. La mostra è stata inaugurata dal sindaco di Klostar Podravski, Siniša Pavlović.
La mostra è visitabile dal 21 dicembre 2013 al 1 marzo 2014.




Tratto da

Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll