Intervista con il pittore Pero TOPLJAK Petrina


Autore Branko Novosel
Mercoledì 26 Febbraio 2014

La galleria del centro storico di Đurđevac, in occasione  della "Notte dei musei", ha ospitato il pittore Podravino, Pero TOPLJAK  Petrina. Una conversazione con varie domande sulla vita all'artista, condotta da Edita Janković Hapavel e Zdravko Šabarić. 

Artista di Đurđevač, Pero TOPLJAK, è nato nel 1948, dipinge da più di 40 anni. Se Ivan Lackovic è conosciuto come un artista top nella nostra arte del 20° secolo, Pero TOPLJAK non è da meno. La pittura di TOPLJAK  è fatta di linee chiare, precise e accurate. Petrina ha disegnato i suoi vigneti e i contadini, gli amici, nell'habitat del vigneto con le capanne tradizionali del Bilogora, che ricevono ancora i loro ospiti locali e stranieri, nello scorrere della bellezza delle stagioni. Indipendentemente dal fatto che lavorano o gioiscano, i suoi personaggi sono raccolti in gruppi più o meno grandi, armonicamente visti da una "prospettiva aerea". La sua prima mostra collettiva è stata fatta nel 1966, ad Abazia, e una personale nel 1968 a Đurđevac. Ha pubblicato diverse cartelle di disegni, la prima nel 1972, dipinti monografici.

Oggi la sua pittura è come quella degli inizi e senza ripensamenti, utilizza qualsiasi momento libero....   E anche se non è molto ˝in ˝, Petrina rimane coerente con il tradizionalismo di Hlebine.


Motivazioni e ispirazione non mancheranno mai, per la semplice ragione che egli è partecipe del tema. È vero, preferisce sedersi in macchina, piuttosto che la mattina usare un cavallo, per percorrere un tratto nel Sinokoše al trotto leggero, o nel Mekote o sulle colline del Mali Kostanj. Ci sono ancora riferimenti saldi, la stalla il fienile e l'ampia Podravina. Petrina è un pittore solido, ancora il migliore disegnatore naive dopo Lackovic Croata, bucolico, agricoltore e sportivo, custode di tesori autoctoni, e ora nel nuovo sacro patrimonio culturale, sincero rappresentante. Le pittoresche esperienze infantili, anche se a volte sono difficili per i pittori dell'ambiente della Podravina, sono imposte come un tema ineludibile, e raccolte da Zdravko Šabarić e da Petrina.


Per i risultati conseguiti nella pittura così come contributo alla conservazione dei beni culturali della Podravina, ha ricevuto numerosi riconoscimenti, premi e benemerenze, tra cui un riconoscimento dall'ente per il turismo della contea di Koprivnica-Krizevci(1999) e Targa d'oro San Giorgio della città di Đurđevac nel 2000.


Recentemente è stao scritto nei media, che nel "Naive non è tutto perduto e dimenticato, questo aspetto della nostra arte è solo un po' soffocato, messo in disparte rispetto alle notizie principali. Noi diremmo, che questa moda ha attraversato, e per fortuna, quegli artisti che perseguono la loro strada, e tra quelli ci sono ancora importanti, autori di razza."


Tradotto se&o da Naive Art info


Testo, foto, video di Branko Novosel







Tratto da 

stampa la pagina

Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll